The Studio Arter&Citton, founded in 1990, operates through a wide range of projects within several areas including architecture, design, interior design, nautical projects, communication and visual selling. 

A variety of experiences, intentionally concieved like a “homogenous mixture”, not intended to target a specialised sector, yielded advantages and remarkable synergies. During time new areas of exploration became available, leading in turn to a greater freedom in project development. 

In 1997 a new laboratory was established within existing facilities, named D.MOD, its function being to explore new opportunities within the disciplines of both Urban and Alternative design, which are now enriched by other figurative expressions, namely photography, painting and sculpture. The objective of the lab is experimentation with innovative shapes and contents, applicable to the various intended areas. The main target is represented by project elaboration and learning from new experiences and the derived knowledge. In this content of research, the projects acquire new validity as alternatives to the common forms of interpretation. 

Il percorso di lavoro dello studio Arter&Citton, si indirizza alla progettazione estesa alle varie aree disciplinari, quali l'architettura, il design, l'interior design, la nautica, la comunicazione e il visual selling.

Le diverse esperienze progettuali maturate, volutamente sono state concepite come un “insieme omogeneo”, cioè mai indirizzate ad un settore specialistico, e questo ha prodotto i suoi vantaggi, poiché ha permesso di moltiplicare notevoli sinergie liberando molti e possibili spazi di esplorazione, conducendo ad una maggiore libertà di elaborazione del progetto stesso.

Sono questi i presupposti che hanno permesso di pensare e formare nel 1997, un nuovo laboratorio di studio denominato D.MOD che ha come intento la ricerca nei settori dell'Urbandesign e Alternative design.

Al design vengono affiancate altre espressioni figurative, dalla fotografia al disegno pittorico sino alla scultura; l'obiettivo è sperimentare, forme e contenuti innovativi, applicabili nelle diverse aree disciplinari, al fine di elaborare nuove esperienze e contenuti. I progetti acquisiscono in questo contesto di ricerca, nuove valenze, alternative alle comuni forme di interpretazione.